Guarda le foto… Suo marito la picchiava spesso, quindi prese i suoi figli e fuggì da casa… Ecco la casa che alla fine è riuscita a costruire.

Dicono che quando la vita ti dà limoni, fai della limonata. Sappiamo tutti che è più facile a dirsi che a farsi, ma nulla è davvero impossibile se ci mettiamo in testa di farlo e investiamo molto sforzo per raggiungerlo.

Cara Brookins finì in un matrimonio violento. Lasciò suo marito, prese i suoi figli e ricominciò da capo in una nuova casa, essendo madre di cinque bambini e capendo che doveva proteggere i suoi figli dall’ambiente tossico in cui dovevano vivere. Come ha fatto a farcela?

Creò i suoi piani di costruzione e guardò video su YouTube che mostravano diverse abilità edili, come l’installazione di impianti idraulici, la posa di una linea del gas, la costruzione di una fondamenta e l’erezione di muri.

Sembra incredibile, vero?

Ora, guardando indietro, si rende conto che era impossibile tutto il tempo.

Cara, un’analista di programmazione informatica, ebbe l’idea di costruire la nuova casa della sua famiglia da zero perché all’epoca non poteva permettersi nulla di abbastanza grande per tutti i suoi figli quando iniziò la costruzione nel 2007.

Cara descrisse la sensazione come “se qualcun altro fosse nella nostra situazione, lo farebbe”. “Lo so, suona folle ora, ma nessun altro lo vedeva così.”

Prese in prestito circa 150.000 dollari per la costruzione e pagò 20.000 dollari per un acro di terra.

I suoi figli aiutarono a costruire la sua casa di 325 metri quadrati; il più grande aveva solo due anni all’epoca e il più piccolo diciassette.

Poiché non c’era acqua corrente sulla proprietà, la sua figlia di undici anni, Jada, usava secchi per trasportare acqua dal laghetto del vicino. Suo figlio Drew l’aiutava a creare i piani.

Poi mescolava con sacchi di cemento da 80 libbre per fare il mortaio per la fondazione.

I bambini visitavano il cantiere ogni giorno dopo la scuola e aiutavano. Questa madre tenace pagava un pompiere a tempo parziale con competenze edili 25 dollari all’ora per svolgere i compiti più difficili. Era “un passo avanti in termini di conoscenza”, ricordava.

 

La famiglia si trasferì infine nell’Inkwell Manor il 31 marzo 2009, così chiamato in onore dell’aspirazione di Cara di diventare una scrittrice.

“Ci siamo sentiti imbarazzati che l’unica opzione che avevamo era costruire la nostra casa”, osservava Cara. “Non eravamo particolarmente orgogliosi, ma si è rivelato essere la cosa migliore che potessi fare per me stessa.”

“Tutto è possibile per te, se io, una programmatrice informatica di 50 chili, posso costruire un’intera casa”, esclamava.

Continuava: “Scegli un obiettivo e mantienilo.

Scegli un grande progetto che hai sempre voluto fare, inizia piccolo e coinvolgi gli altri che anche loro devono rimettersi in sesto.

Questo ha un potere enorme.

Non è una delle storie più sorprendenti che hai sentito ultimamente?

Se la tenacia di questa famiglia ti ispira quanto me, allora CONDIVIDI la loro incredibile storia su Facebook con i tuoi cari!

Like this post? Please share to your friends:
BELLA NOTIZIA