I surfisti hanno sentito il pianto di una balena e hanno

Quando un gruppo di surfisti locali di Boca Barranca, in Costa Rica, è ripartito alla conquista delle onde, si è imbattuto in un fenomeno insolito. Mauricio Camareno, questo il nome di uno dei surfisti, e la sua squadra hanno notato all’alba una “protuberanza nera” alla foce di un fiume vicino.

Poi si è sentito un essere vivente piangere proprio da quel punto, così i surfisti hanno deciso di avvicinarsi a nuoto per vedere cosa stesse succedendo. Hanno visto che si trattava di un piccolo cucciolo di balena, arenato a circa 50 metri a valle.

I surfisti hanno riportato la sfortunata creatura in mare aperto, ma sembrava troppo stanca per tornare a nuoto e, come ha spiegato Mauricio, non riusciva nemmeno a stare a galla.

Ma la storia non è finita qui. Camareno e i suoi amici decisero di rimanere con il cucciolo finché non avesse recuperato le forze. Ci sono volute circa sei ore. Durante questo periodo diversi residenti sono venuti a guardare.Серферы услышали плач кита и потратили шесть часов, чтобы спасти его

Alcuni di loro hanno persino contattato il Ministero dell’Ambiente e dell’Energia del Costa Rica e la Guardia Costiera del Costa Rica. Purtroppo, però, nessuno di loro ha risposto.

I surfisti hanno sentito il pianto della balena e hanno passato sei ore a salvarlaСерферы услышали плач кита и потратили шесть часов, чтобы спасти его

Di conseguenza, i nobili surfisti decisero di aspettare che la marea si alzasse, assicurandosi che il piccolo spaventato tornasse nelle acque profonde. Dopo sei ore, che sembravano interminabili, il tormento della piccola balena finì e si rituffò in mare. E questo è stato possibile solo grazie a questi uomini coraggiosi.

Like this post? Please share to your friends: