Il commovente video di un soldato americano che si riunisce al suo cane dopo 11 mesi di separazione

Un soldato della Guardia Nazionale degli Stati Uniti è stato costretto a consegnare il suo fedele compagno a un rifugio durante i suoi 11 mesi di dispiegamento all’estero. La comunità della sua città natale si è mobilitata per fare in modo che la riunione fosse felice.Robert McCann è un sergente della Guardia Nazionale che è stato separato dai suoi figli e dal suo pastore tedesco, di nome Thor, per 11 lunghi mesi.

Il soldato aveva pianificato di trovare una casa per il suo cagnolino. Ma all’ultimo momento ha dovuto consegnarlo a Fox Breeze Kennel and Grooming, un rifugio nella città di Anneville, Delaware, USA.Illustration : "La vidéo émouvante d'un soldat américain qui retrouve son chien après 11 mois de séparation"

Marlene Boy, la fondatrice del rifugio, ha coccolato Thor durante l’assenza della sua proprietaria, che si è così affezionata a lui. “Come potete vedere, ho pianto tutto il giorno perché sapevo che se ne sarebbe andato, ma con lacrime di gioia. Non è un grido di tristezza. Il fatto che Thor se ne sia andato mi spezza il cuore”, ha detto.

Mercoledì 6 luglio 2022, Robert è finalmente tornato dalla sua missione e non vedeva l’ora di ricongiungersi al suo amato cane.

La sequenza di ricongiungimento filmata dal rifugio è stata molto emozionante. “Mi è mancato molto. Ho provato molto dolore sapendo che non avrei avuto il mio cagnolino con me per quasi un anno”, ha detto Robert.Da diversi mesi Marlene stava preparando una sorpresa per Robert. Ha fatto appello alla generosità della comunità per raccogliere l’equivalente del costo delle cure di Thor.

“Abbiamo pensato di organizzare delle donazioni e alcune persone hanno offerto 100 euro, altre 5… ogni centesimo è importante”. Abbiamo raccolto quasi 3.500 euro”, ha dichiarato Felicia Lentini, direttrice di Fox Breeze Kennel and Grooming.Illustration : "La vidéo émouvante d'un soldat américain qui retrouve son chien après 11 mois de séparation"

Robert fu profondamente toccato dall’interessamento. “Non me l’aspettavo proprio! È commovente e un enorme sollievo sapere che ci sono persone là fuori che si preoccupano ancora e ci aiutano”, ha rivelato con gli occhi pieni di lacrime.

Avendo più soldi del conto, Robert intende avviare presto un’organizzazione no-profit per aiutare i veterani come lui.

Il duo è ora tornato a casa e si gode la vita appieno.

Like this post? Please share to your friends:
BELLA NOTIZIA