Mio marito mi ha portato in un ristorante elegante per il nostro anniversario ma mi ha permesso solo di ordinare una semplice insalata economica – questo giorno speciale non lo dimenticherà.

Il marito di Emma, Mark, l’ha portata nel ristorante più esclusivo della città per il loro decimo anniversario di matrimonio, solo per farla sentire a disagio con un’insalata economica. Non aveva idea che lei avrebbe fatto pagare la sua brutalità, insieme all’intero ristorante, la sera successiva.

Una calda luce dorata riempiva la sala dal bagliore mellifluo del lampadario. Le esquisite impostazioni dei tavoli e le sedie di velluto creavano un ambiente raffinato.

Mio marito, Mark, mi aveva assicurato che il decimo anniversario del nostro matrimonio sarebbe stato il più memorabile. Avevo immaginato una serata decadente completa con piatti squisiti e vino frizzante.

My Husband Took Me to a Fancy Restaurant for Our Anniversary but Only Let Me Order a Cheap Salad – This Special Day He Won't Forget | LOLitopia

Ho visto i sorrisi compiaciuti che si scambiavano i camerieri mentre ci sedevamo. Sembravano conoscere bene Mark. Il ristorante più costoso della città, “La Belle Époque”, era dove aveva una prenotazione. Questa location era destinata a eventi significativi, e stasera era uno di quelli.

Mark sorrise indifferentemente e mi diede il menu. “Ordina quello che vuoi, cara”, rispose, ma c’era un’altra messaggio nei suoi occhi. Ho rapidamente dato un’occhiata al menu, che era pieno di piatti costosi ma deliziosi, le descrizioni dei quali mi facevano venire l’acquolina in bocca.

L’emozione mi pervase, dissi: “Penso che prenderò la zuppa di aragosta per iniziare, e poi il filetto alla griglia”.

Il sorriso di Mark si restringeva. In realtà, ti dispiacerebbe iniziare con un’insalata mista? Sii breve. Hai davvero intenzione di perdere peso, giusto? La prossima volta che ci veniamo, forse indosserai quel bellissimo vestito rosso su cui tengo d’occhio.”

Le sue osservazioni assomigliavano a uno schiaffo. Ho sentito un rossore acuto di umiliazione mentre guardavo intorno. Pensava fosse uno scherzo? Tuttavia, potevo dire che era serio dallo sguardo di acciaio nei suoi occhi.

“Mark, è il nostro anniversario”, obiettai tranquillamente. “Pensavo—”

Ha interrotto il cameriere con un gesto, dicendo: “Hai pensato male.” “Prenderò il Chateaubriand, al sangue, e mia moglie prenderà l’insalata mista. e una bottiglia del vostro miglior vino rosso.”

Il cameriere si fermò e mi lanciò uno sguardo di compassione. “Molto bene, signore.”

Con un triste mucchio di insalata verde davanti a me, ho inghiottito la mia rabbia. Mark gustava ogni boccone della sua cena opulenta, mostrando la tenerezza della bistecca e la profondità della salsa. Per lui, almeno, il vino scorreva liberamente. Ho sorseggiato il mio acqua, sentendo come se il pasto non finisse mai.

My wife and I couldn't go out to a fancy dinner for our anniversary, so I decided to surprise her by whipping something up: : r/pics

il comportamento dominante di Mark durante la cena. Mentre io rovistavo nel mio piatto di insalata, lui assaporava ogni boccone della sua bistecca e faceva commenti a riguardo.

Ho fatto uno sforzo per rimanere composta, ma la mia rabbia ribolliva sotto la superficie. Senza nemmeno guardarmi, ha ordinato il dessert: un ricco soufflé al cioccolato e ha dichiarato: “Lei ha finito.” Ero vergognosa. Ed eccomi qui, ricevere il trattamento gelido nel nostro anniversario di matrimonio. Ho deciso di non lasciar passare questo mentre lui si godeva il suo dessert. Mi sarei assicurata che questo anniversario sarebbe rimasto nella sua memoria per tutte le ragioni sbagliate. Ho sorriso tra me e me e ho iniziato a formulare una strategia. La mattina seguente, mi sono alzata presto. Mark continuava a russare accanto a me. Con idee che mi frullavano in testa, sono uscita silenziosamente dal letto. È andato al lavoro e ho iniziato a lavorare da sola. Ho pianificato numerosi piani e ho chiesto aiuto a degli amici per alcuni favori. Era ora di scambiare i ruoli.

Mi sono preparata per tutto il giorno. Ho comunicato prima con la direzione de “La Belle Époque”. Ho spiegato la mia situazione, ho fatto una prenotazione per lo stesso tavolo per il giorno successivo. Il direttore ha accettato di aiutarmi, capendo il mio dilemma. Poi ho preso in prestito il bellissimo vestito rosso che Mark aveva sempre lodato chiamando un’amica che lavorava in una boutique. Poi mi sono messa in contatto con un amico mio che lavora

come avvocato e mi ha aiutato ad aprire un conto bancario personale. Ha verificato i dettagli del nostro conto e il denaro di emergenza che Mark aveva nascosto. Avere il denaro mi ha fatto sentire abbastanza sicura da fare il passo successivo.

Dopo aver organizzato tutto, ho mandato a Mark una nota dicendo: “Incontrami a La Belle Époque alle 19. Indossa bei vestiti. Emma.”

Tutto era pronto quando Mark è tornato a casa. Il messaggio lo aspettava sul bancone della cucina, e la casa era silenziosa. Quando l’ha scoperto, senza dubbio ha sorriso, credendo che sarebbe scappato con un’altra notte di lusso a mie spese. Non aveva idea di cosa gli avessi riservato.

Mentre mi preparavo per la serata, ho provato una miscela di ansia ed eccitazione. Sapevo che era una mossa rischiosa, ma era necessaria. Volevo essere trattata di nuovo come un essere umano, e volevo dimostrare a Mark questo. Per motivi molto diversi, questo sarebbe stato un anniversario che entrambi non avremmo mai dimenticato.

Mark si presentò al ristorante con un’espressione compiaciuta. Fui immediatamente seduta, vestita con l’abito rosso che adorava. Si sedette, e io gli sorrisi, un sorriso misterioso e affascinante.

La sua curiosità fu stimolata, chiese: “Di cosa si tratta, Emma?”

“Vedrai”, risposi facendo un gesto alla cameriera. “Mi sono permessa di ordinare per noi.”

Anche se restringeva lo sguardo, rimase in silenzio. Il primo piatto, la zuppa di aragosta, fu portato dal cameriere. Per entrambi. Anche se gli occhi di Mark si spalancarono, rimase in silenzio. Il filetto alla griglia ben cotto fu servito dopo. Ho visto diventare sempre più confuso mentre veniva versato il miglior vino della casa.

Нет описания.

“Non capisco, Emma”, disse con esitazione. Siamo stati qui solo ieri. Qual è l’evento?”

“Il nostro anniversario”, risposi, la mia dolcezza permeava ogni parola. “Beh, è stata una serata da ricordare. Voglio dimenticare quella di ieri. Questa è una che voglio ricordare, e mi sono assicurata che lo ricorderesti anche tu.”

Mark passò dalla confusione alla sospettosità. Ispezionò il ristorante, cercando di mettere insieme tutto. Lo tenevo d’occhio stretto, gustando il suo disagio. Quando arrivarono i piatti principali, assaporai ogni boccone. Ma Mark era troppo preoccupato nel cercare di capire cosa stava succedendo per toccare davvero la sua cena.

Mi alzai e feci un brindisi, attirando l’interesse di tutti nel ristorante. “Scusate, ragazzi. Devo fare un’annuncio speciale.”

Mark aveva un’espressione terrorizzata. “Emma, cosa stai facendo?”

La mia voce rimase ferma e sicura mentre dicevo: “Volevo solo condividere qualcosa con tutti voi.” “Mio marito mi ha portata qui per il nostro anniversario ieri sera, ma ha esigito che prendessi un’insalata economica mentre lui si concedeva. Volevo dimostrargli cosa significa vera gola questa sera.”

La stanza era piena di sussurri. Mark diventò rosso come un peperone. Bisbigliò: “Emma, siediti.”

Lo ignorai. Ma non è tutto. Mark, hai sempre tratto grande soddisfazione dal essere quello che comanda e quello che dà. Ho addebitato il costo della nostra cena stasera al denaro di emergenza che hai nascosto da anni.”

La sua bocca si spalancò. “Cosa? Come hai fatto a—”

“Oh, Mark, dovresti essere consapevole ormai che la mia intelligenza supera la tua. Non solo quello, ma anche! Sarete tutti felici di sapere, signore e signori: mio marito sta regalando a tutti voi una parte del suo denaro e sta coprend

o tutte le vostre spese per il pranzo oggi.”

Il viso di Mark perse colore. “Emma, non è divertente.”

Mi alzai e dissi: “No, non lo è.” “Ma è giusto.”

Mentre mi giravo per andare via, sentivo come se gli ultimi dieci anni mi fossero stati sollevati di dosso. I clienti applaudivano mentre me ne andavo, e Mark era seduto lì a guardare, scioccato ed imbarazzato.

Avrebbe ricordato questo anniversario per sempre. E neanche io.

Like this post? Please share to your friends:
BELLA NOTIZIA