Perdere un amico a quattro zampe può essere grave quanto perdere una persona cara

Chiunque abbia avuto un cane sa che è molto più di un animale domestico, è parte della famiglia.

Ed è per questo che è così difficile quando vengono a mancare. Che abbiano vissuto a lungo e in salute o che ci abbiano lasciato troppo presto, il dolore della perdita è quasi insopportabile.

Ma ci sono persone che ci dicono di “farcene una ragione” perché “è solo un cane”. Queste parole sono così dolorose perché erano molto di più per noi.


Ebbene, ora abbiamo una ricerca che dimostra che il processo di elaborazione del lutto è reale. Non solo, ma è stato riscontrato che può essere più difficile superare la morte di un animale domestico che quella di un essere umano.

Può sembrare assurdo, ma ecco le affermazioni dello studio.

Il fatto è che leghiamo con i nostri animali domestici nello stesso modo in cui leghiamo con le altre persone. Gli stessi ormoni e sostanze chimiche vengono rilasciati nel nostro cervello, facendoci sentire amati e connessi. Dopo anni insieme, non sono diversi da qualsiasi altro membro della famiglia.

Ma perché questo dovrebbe complicare le cose? Non esiste un modo accettabile per piangere la perdita di un animale domestico.

Se uno dei vostri familiari viene a mancare, ci sono innumerevoli risorse a cui potete rivolgervi per affrontare il dolore. Siete circondati da amici e familiari che cercano di aiutarvi in ogni modo possibile. Potete rivolgervi a consulenti e terapisti, senza che gli altri vi critichino, perché si aspettano che abbiate un momento difficile.
Tuttavia, quando il vostro animale domestico muore, ci si aspetta che viviate come se non fosse successo nulla.

Dovete tornare al lavoro, seguire i vostri impegni sociali e andare avanti con il resto della vostra vita senza alcun tipo di comprensione da parte della maggioranza delle persone. Naturalmente, i familiari e gli amici più stretti sanno cosa sta accadendo, ma nemmeno loro capiscono quanto questo ti colpisca.

Senza queste risorse aggiuntive per affrontare il dolore, si rimane a reprimere tutte queste emozioni senza avere la possibilità di risolverle.

Secondo la psicologa Julie Axelrod, non si tratta solo di perdere l’animale stesso. Sospetta che in parte sia dovuto al fatto che si sta perdendo anche una fonte di amore incondizionato e di conforto, nonché un compagno. Inoltre, questa perdita è molto fastidiosa per la routine quotidiana, a volte più della perdita dei propri cari. Dovete programmare la vostra giornata intorno al vostro cane e se perdete tutto questo ordine, potreste sentirvi completamente persi.

Una delle cose più tristi per i proprietari di cani che perdono i loro animali è che, a distanza di tempo, continuano a interpretare le cose come se si trattasse del loro cane. Ad esempio, se qualcosa cade in un’altra stanza, i bambini chiamano per vedere se è stato il cane, oppure sentono i rumori che loro stessi farebbero quando non c’è nulla.


Sono i nostri ricordi che ci giocano brutti scherzi, ma è inutile dire che è difficile.

Anche il senso di colpa gioca spesso un ruolo importante, poiché con gli animali siamo spesso costretti a fare una scelta difficile per porre fine alle loro sofferenze. Anche se si tratta di un’opzione umana, non rende più facile l’addio. Non possiamo fare a meno di sentire che potremmo fare di più, e questo porta un altro livello che semplicemente non possiamo gestire. Quindi, la prossima volta che iniziate a sentirvi sconvolti per la perdita di un animale domestico, ricordate che è perfettamente normale sentirsi dispiaciuti. Sono un membro della famiglia, a prescindere da ciò che dicono i non amanti dei cani, ed è del tutto comprensibile che vi mancherà sempre il vostro cane, lo dice la scienza.

Like this post? Please share to your friends: