Questo cane husky si comporta come un gatto e cerca di far credere a tutti di essere un gatto

Cosa è più forte, i riflessi innati e le regole genetiche o l’apprendimento, le abitudini inculcate?

E questo è un motivo di riflessione. È così bello quando i cani danno da mangiare ai gattini e i gatti ai gattini? Un esempio vivente di questo paradosso è il Khashi Tally, che non è né Khashi né un cane.

Non conosce i comandi “seduto” e “giù”, ma gli piace farlo con le zampe infilate sotto di sé. Tully ama le scatole. Anche se la sua dimensione è problematica da trovare.

Tutto è iniziato quando Tully, di circa due mesi, è entrato nel rifugio per animali e da lì a nuovi proprietari. Tutto ciò che si sa della sua vita precedente è che il cucciolo ha frequentato i gatti fin dall’infanzia ed è stato in grado di adottare le loro abitudini di base.

Non si sa fino a che punto Tally si consideri un gatto. Nessuno lo convincerà, quindi rimarrà un mistero.

A Tally piace sedersi vicino alla finestra e guardare il mondo che passa o prendere il sole come un gatto.

Non rosicchia i divani e le scarpe, ma si infila volentieri nel posto più impensabile e trascina qualcosa in mille pezzi.

Tully ha una relazione a metà con Husky. Nel suo sangue ci sono tracce di malamute, laika e altre razze.

Sì, il sacchetto per la testa è un problema. E mentre lui dorme, Tally cerca di evitarlo come un gatto.

Tally è vendicativo ma felino: non vi attaccherà, ma aspetterà il momento giusto per lanciare qualcosa dal tavolo o rubare un bocconcino dalla cucina. Tally sfrutta anche il fatto che la sua pelliccia lo tiene lontano dai luoghi caldi e quindi ama nascondersi in posti che a un gatto normale non verrebbero mai in mente.

Like this post? Please share to your friends:
BELLA NOTIZIA