La presunzione è inutile e divertente saltando come un cucciolo infelice

La famiglia ha fatto un picnic sulla spiaggia. Le salsicce arrostivano sul fuoco e le bevande fredde venivano versate nei bicchieri. Una coperta vicina era piena di cibo, mangiato da cinque adulti e un paio di adolescenti.

A quanto pare, la compagnia era in viaggio verso sud per una vacanza e i nostri si erano fermati per sgranchirsi le gambe dopo una lunga giornata in auto. Le auto erano parcheggiate una accanto all’altra e da una di esse usciva della musica.

Un cane, affamato e molto magro, correva molto vicino al luogo in cui si era stabilita la compagnia. Il cane era giovane, ma possedeva già una taglia rispettabile e un bel pelo folto. Il cane saltava, si alzava sulle zampe posteriori, cercava di scalpitare e faceva del suo meglio per attirare l’attenzione delle persone. I suoi occhi si muovevano tra le salsicce e la coperta su cui era posato l’agognato cibo.

Le persone continuarono a mangiare e a parlare, prestando solo occasionalmente attenzione al cane, ridendo dei suoi tentativi di eseguire qualche numero acrobatico in loro onore. Le persone facevano cenno al cane tendendogli la mano e facendogli un cenno, ma nonostante tutti fossero già sazi e ci fosse del cibo avanzato, a nessuno è venuto in mente di dare al cane un bocconcino.

Il cane correva felice ai richiami della gente, ma inciampava solo in un palmo vuoto. Gli umani si misero a ridere e chiamarono il cane “sciocco” perché continuava a saltare su e giù verso di loro anche se non avevano intenzione di dargli da mangiare.

Ben presto gli avanzi vennero impacchettati, molto probabilmente finirono nel più vicino cestino dei rifiuti, ma il cane non ne ricevette nemmeno una briciola. Queste persone non saranno state malvagie, ma erano chiaramente indifferenti e insensibili, e forse anche stupide. Ridevano del cane che saltava in modo così divertente, era anche molto affamato e incredibilmente affettuoso.

Siamo andati direttamente al negozio. Per il cane ho comprato un polpettone di pollo, dall’aspetto non particolarmente appetitoso, e una salsiccia. Mi ha ricordato i salumi. Purtroppo nel negozio non c’era nulla di adatto al cibo per cani.

Sulla via del ritorno, abbiamo chiamato il cane e gli abbiamo offerto i nostri dolcetti. Il cane si è avventato sul cibo con grande entusiasmo. All’inizio ha mangiato in piedi, poi si è sdraiato perché non riusciva più a stare in piedi. Era chiaro che il cane era affamato da tempo e sarebbe stato felice con qualsiasi briciola. 

Il cane non strisciava più e non cercava più di fare trucchi acrobatici: doveva aver capito che era tutto inutile. Le persone ridevano di lui e continuavano a mangiare, ma non condividevano o ricompensavano il cibo per uno spettacolo divertente.

Non cercare di conquistare chi non ti piace, non strisciare e strisciare, ci saranno altri che apprezzeranno e pagheranno per il tuo duro lavoro.

Forse altri cani che hanno vissuto le vicissitudini della vita di strada insegneranno a questo adolescente come procurarsi il cibo.

Una volta finito, il cane corse a fare i suoi bisogni, ma si mosse lentamente perché lo stomaco dell’animale era finalmente pieno.

E a coloro che si sono preoccupati di soddisfare la loro fame consiglierei di scegliere altra musica, nella nostra zona non amano coloro che ascoltano la chanson ad alto volume. Forse non l’hanno capito o forse hanno fatto finta di non capire cosa vuole un cane affamato.

Testo di Anna Valentinovna Kiryanova

Like this post? Please share to your friends:
BELLA NOTIZIA