Il cane si rannicchiò contro la rete del recinto per mostrarmi la sua zampa dolorante.

Sono andato alla trappola per fotografare i cani. Uso le foto nei miei post quando cerco di trovare una famiglia o un affido per i cani senza casa. La visita a una casa famiglia mi suscita sempre molte emozioni, difficili da controllare.

Non appena sono entrato, sono stato circondato da persone amichevoli. Gli animali cercavano di attirare la mia attenzione, perché solo così potevano sperare di ricevere un po’ di affetto da un umano. I cani più piccoli hanno cercato di infilare il naso e le zampe attraverso la rete del recinto. Anche chi non aveva mai socializzato con i cani si sarebbe subito reso conto del loro disperato bisogno di attenzioni e calore umano.

I piccoli si rendono conto che se gli esseri umani non li aiutano, dovranno tornare a vivere per strada. I cani vengono tenuti in affidamento per soli 10 giorni e, se nel frattempo non trovano un proprietario, tornano in strada e devono cavarsela da soli. Ogni persona che viene qui è una speranza per una vita migliore per questi animali.

Anche questo piccolo si è avvicinato al recinto. Il cagnolino non correva, camminava lentamente, appoggiandosi a fatica sulla zampa anteriore, che non funzionava. Il cane ha immediatamente appoggiato la zampa ferita sulle sbarre e ha guardato tristemente nell’obiettivo della mia macchina fotografica, come se volesse dire che ha davvero bisogno di aiuto.

Secondo i cacciatori, il cane sarebbe dovuto tornare in strada entro un paio di giorni. Non riuscivo a capire perché il destino e le persone fossero così crudeli con questo animale? Purtroppo non abbiamo un rifugio che possa prendersi cura di questa bambina.

I cani randagi devono contare solo sulle proprie forze; le persone preferiscono non notarli o, peggio, scacciarli e far loro del male. Come possiamo essere così crudeli nei confronti di creature viventi che hanno bisogno di poco più che acqua, cibo, calore e una goccia di affetto?

Like this post? Please share to your friends:
BELLA NOTIZIA