Un cane solitario era seduto nella neve, in attesa dei suoi padroni. Non era consapevole di essere stato dimenticato da tempo.

La fedeltà di un cane al proprio padrone è leggendaria, confermata da più di cento storie di vita reale. Sono incapaci di tradire, quindi non possono capire e realizzare il fatto che il loro padrone, un tempo amato, li abbia abbandonati per “gratitudine” del loro amore.На снегу сидела одинокая собака и ждала своих хозяев. Она не знала, что о ней давно забыли

Carla era un cane gentile e affettuoso e non avrebbe mai potuto capire che i suoi amati padroni erano in grado di chiedere di lei proprio lì, sulla neve. Era già congelata, ma non se ne andò, si sedette e aspettò i suoi padroni, sperando che arrivassero.

La gente ha visto il cane solitario e ha contattato il soccorso animali, dicendo che Carla si rifiutava di andarsene e stava ancora aspettando i suoi padroni abbandonati. Rimase così per cinque giorni interi, sempre in attesa…

Carla ha smesso di fidarsi delle persone e ne ha avuto paura. Scappava e si nascondeva ogni volta che una persona si avvicinava. I volontari hanno lavorato duramente per catturarla.На снегу сидела одинокая собака и ждала своих хозяев. Она не знала, что о ней давно забыли

Era molto affamata, gravemente esausta e infreddolita, così, dopo un bagno caldo e un pasto delizioso, si è finalmente addormentata profondamente.

È finita nelle mani di persone gentili e i suoi proprietari non si sono mai fatti vivi. Ora si è ripresa e sta bene con i suoi nuovi padroni, e speriamo che non debba mai più vivere un’esperienza simile.

 

Like this post? Please share to your friends: