Donna condannata per aver abbandonato i cani in gabbia durante un trasloco

Lunedì 13 giugno, l’imputato è comparso in tribunale per la seconda volta dopo aver presentato appello contro la prima decisione del tribunale per i fatti risalenti al 2018. È stata pronunciata una condanna più severa per crudeltà verso gli animali.

La donna aveva abbandonato i suoi quattro cani nel suo appartamento di Moissy-Cramayel, nella Seine-et-Marne, mentre era in procinto di trasferirsi. I vicini si erano rivolti alla stazione di polizia per lamentarsi dell’eccessivo abbaiare dei canini chiusi.

Si è scoperto che i poveri animali stavano chiedendo aiuto. Quando la polizia è arrivata sul posto, ha potuto solo constatare le drammatiche condizioni di vita dei 3 Pitbull e dell’American Staffordshire Terrier presenti sul posto.

Condizioni di vita abominevoli
La donna aveva rinchiuso i suoi 4 cani in gabbie di 2 metri quadrati. Due esemplari adulti erano rannicchiati in uno di essi. “Al momento dell’intervento della polizia, vivevano nella più completa oscurità, nei loro escrementi e nella loro urina, l’odore era pestilenziale”, ha dichiarato ad Actu Patrice Grillon, avvocato dell’associazione per la protezione degli animali Stéphane Lamart, che ha intentato una causa civile per il caso.

“Quando si sceglie di avere un cane, ci si prende cura di lui, altrimenti ci sono sempre soluzioni alternative per garantire il loro benessere”, ha aggiunto.

I canini, emaciati e traumatizzati, erano stati affidati alla SPA di Vaux-le-Pénil mentre riprendevano le forze e si svolgevano le indagini, ma alla fine sono stati restituiti alla loro padrona. La giovane donna è stata processata nel 2018 e ha fatto appello alla decisione. In seguito aveva dato via 2 dei suoi cani, non essendo in grado di prendersene cura.Illustration de l'article : Une femme condamnée par la justice pour avoir abandonné ses chiens dans des cages alors qu’elle déménageait

Il 13 settembre, durante l’appello, il tribunale è stato meno clemente. L’imputato è stato multato 4 volte per un importo totale di 2.400 euro. Dovrà inoltre pagare 2.000 euro di danni e 1.500 euro di spese legali all’associazione Stéphane Lamart.

Inoltre, il tribunale le ha ordinato di non tenere più animali per tre anni. Il suo cane è stato quindi sequestrato. È stato affidato a un rifugio mentre gli veniva trovata una casa amorevole. Amante degli animali fin dall’infanzia e redattrice web da quasi otto anni, Charlotte si è unita alla comunità di Woopets con un vero senso di realizzazione. Paddle, il suo pastore australiano di tre anni, i suoi tre gatti di strada e i cavalli che cavalca nel suo club preferito sono le sue più grandi ispirazioni.

 

Like this post? Please share to your friends: