Una studentessa guadagna milioni inventando nomi per i bambini cinesi. Ecco come è iniziato tutto

Bo Jessup, 16 anni, possiede un sito web che aiuta i genitori cinesi a scegliere un nome inglese per il proprio figlio.

Le ha permesso di guadagnare più di 60.000 euro.

L’idea di creare qualcosa di simile è venuta a Bo mentre era in vacanza con la famiglia in Cina.

Durante una cena con amici cinesi di famiglia, hanno chiesto alla studentessa quale nome avrebbe consigliato per il loro bambino.

Dopotutto, da tempo in Cina si tende a scegliere un nome inglese aggiuntivo nel caso in cui il bambino vada a studiare o a lavorare all’estero.

Bo è rimasto molto sorpreso da una simile richiesta, poiché la scelta del nome per un bambino è un passo di grande responsabilità.

Tuttavia, scoprì presto che spesso i cinesi davano ai loro piccoli nomi inglesi molto buffi e ridicoli, e decise che avrebbe potuto cambiare la situazione.

La Cina ha una politica piuttosto rigida nei confronti di Internet. I cittadini non possono accedere a siti noti in lingua inglese per scegliere i nomi, quindi spesso si concentrano sui nomi di marca e sulla cultura popolare famosa in tutto il mondo.

Non è raro che un piccolo venga chiamato Rolex o Gandalf.

Tuttavia, questo non impedisce ai cinesi di prestare molta attenzione al nome tradizionale del loro piccolo.

Credono che il nome possa influenzare il carattere e il destino di una persona.

Per questo motivo Bo ha creato il suo sito web, che si chiama “Special Name”.

Per ognuno dei nomi inglesi, ci sono 12 tratti caratteriali specifici che sono considerati inerenti ad esso.

 

I genitori devono scegliere le 5 qualità più attraenti, il sesso del nascituro ed effettuare un pagamento.

A questo scopo, vengono proposti i 3 nomi inglesi più adatti.

Dopo la scelta, i genitori ricevono un certificato con il significato del nome e l’esempio di una celebrità che ha avuto lo stesso nome.

Il sito web di Bo ha già fornito i nomi di oltre 200.000 bambini cinesi.

La ragazza stessa ammette che si trattava solo di un progetto amatoriale e che non si aspettava un successo così eclatante.

 

Like this post? Please share to your friends: