Un uomo rischia la vita per salvare il suo cane: “È l’unico che mi è rimasto nella vita”.

Mitchell ha perso la moglie, la casa e il denaro, ma almeno ha il suo cane Hero, per il quale ha rischiato di morire di freddo.

Lo scorso dicembre, Mitchell ha perso la moglie a causa di un cancro dopo 27 anni di matrimonio. La sua malattia gli ha portato via tutti i soldi e Mitchell ha speso i suoi ultimi risparmi per il funerale. Pochi giorni dopo, il 2 gennaio, ha dovuto lasciare la sua casa perché non poteva pagare l’affitto: a 57 anni è rimasto senza casa.

Con Mitchell c’era il suo cane, Hero, un mix di Labrador retriever e golden retriever di dieci anni, che viveva con la coppia da quando aveva otto settimane. Il destino dei due era più che incerto: si trasferirono a vivere nel camion di Mitchell senza più calore di quello che riusciva a generare quando il motore era acceso e in pieno inverno in Minnesota, uno degli Stati più freddi degli USA.

homme risque vie sauver chienCosì passarono molti giorni abbracciati sotto una montagna di coperte e accendendo il motore ogni ora per riscaldarsi un po’. Mitchell ha persino pensato di portare il suo cane in un rifugio, in modo che almeno il suo animale fosse al sicuro. Ma non voleva rinunciare all’unica cosa che gli era rimasta nella vita, la sua unica famiglia.

La sua unica famiglia
uomo rischia la vita per salvare un cane
Decise quindi di chiedere aiuto a una chiesa vicina, che gli fece guadagnare una stanza d’albergo per trascorrere una settimana insieme. Mitchell e Hero si scaldano, ma l’uomo si accorge che qualcosa non va. Parlando con Kare11 del Western Journal, il senzatetto ammette che “non sentiva il caldo da giorni”. I miei piedi erano freddi, ma non sentivo alcun dolore lancinante. Erano semplicemente insensibili”.

Mitchell è stato portato in ospedale e da lì è stato trasportato d’urgenza al reparto ustioni di un altro ospedale per i sintomi di congelamento ai piedi. Tuttavia, riusciva a pensare solo al suo cane e ha lasciato l’ospedale con una dimissione volontaria per prendersi cura di lui.

Mitchell ha detto:

Ho fatto un giuramento con mia moglie più di 20 anni fa: nessuno rimane sulla strada. E questo include Hero.


Fortunatamente, Mitchell ricevette una telefonata che gli salvò la vita: una famiglia aveva promesso di prendersi cura di Hero nella propria fattoria per tutto il tempo che Mitchell avrebbe dovuto trascorrere in ospedale. Ma non è stata l’unica cosa che John e Julia Ganfield hanno fatto per l’uomo e il suo animale: hanno creato una pagina GoFundMe per raccogliere fondi e in soli 4 giorni hanno raggiunto l’obiettivo di 40.000 dollari.

Lavora nell’ospedale dove Mitchell è stato curato per congelamento e, conoscendo i dettagli del suo caso, sapeva di dover fare qualcosa per lui. Suo marito le assicura che “hanno fatto quello che dovevano fare” e ora Hero gioca con Bailey, il cane della famiglia Ganfield, un mix di dalmata e bulldog.

Mitchell spiega (tra le lacrime):

È incredibile. Pensavo che non ci fosse speranza. Pensavo che mi sarei ripreso da queste ferite e sarei tornato a essere un senzatetto, ma sembra che non sarà così.

Non è ancora fuori pericolo, perderà qualche dito del piede per congelamento e forse anche entrambi i piedi, ma è riuscito a ritrovare la speranza. Ora sa che ci sono persone che si preoccupano per lui e una famiglia che si prende cura di Hero: i suoi angeli custodi speciali.

 

Like this post? Please share to your friends: